Pietre/Isole (studio), linoleografia su vinile, stampa a cucchiaio, 80 x 60 cm, esemplare unico, 2013 (Rachele Sotgiu)

Pietre/Isole (studio), linoleografia su vinile, stampa a cucchiaio, 80 x 60 cm, esemplare unico, 2013 (Rachele Sotgiu)

Rametti // Twigs


2014

Hahnemuhle 190 g, A5, acid free

Rametti // Twigs

2014

Hahnemuhle 190 g, A5, acid free

Una pianta secca // A dry plant


2014

Hahnemuhle 190 g, A5 

Una pianta secca // A dry plant

2014

Hahnemuhle 190 g, A5 

Pezzi di cose che volano // Pieces of things that fly

2014

Hahnemuhle 190 g, A5, acid free

Pezzi di cose che volano // Pieces of things that fly

2014

Hahnemuhle 190 g, A5, acid free

Sono tra i fotografi selezionati per la prima mostra del magazine Der Greif “A PROCESS” dal 28 Marzo sino al 18 Maggio alla Galleria Höhmannhaus di Augsburg -/\/\/- I’m selected by the Fotomagazin Der Greif for their first exhibition “A PROCESS” from March 28 to May 18 at the Gallery Höhmannhaus in Augsburg.

Per seguire il progetto The Process/// To follow the project The Process: http://process.dergreif-online.de

Il quaderno di Simona, 2013. (work in progress)  

April
50 x 70 cm
2013

"Vedendo una ragazza perfetta al 100% in una bella mattina di Aprile", da "L’elefante scomparso e altri racconti", Murakami Haruki, Einaudi, 2009
                                                               

                                                                                  ♢


In una bella mattina di aprile, in una via laterale del quartiere di Harajuku, sono passato accanto ad una ragazza perfetta, al 100%.
Non era una gran bellezza. E nemmeno di un’eleganza strepitosa. I capelli dietro la testa le avevano preso una brutta
piega dormendo e doveva essere vicino alla trentina. Eppure già a cinquanta metri di distanza avevo capito che era la
ragazza perfetta per me. Dal momento in cui la vidi il mio battito cardiaco divenne irregolare e l’interno della bocca mi si fece secco come la sabbia del deserto.
Forse anche a voi piace un tipo particolare di ragazza. Quelle che hanno le caviglie sottili, per esempio, o dei grandi occhi, o delle belle mani… non so, magari vi attirano quelle che amano mangiare con calma, lentamente, o qualche altra prerogativa del genere. Ovviamente ho anch’io il mio tipo. Mi è già successo di andare al ristorante e restare affascinato dal naso della ragazza che sedeva alla tavola accanto.
Nessuno però può dire come deve essere quella perfetta al 100%. Prendiamo la ragazza di quel mattino, non ricordo neppure che forma avesse, il suo naso. Anzi, non ricordo neppure se avesse un naso. Tutto quello che ricordo è che non era una gran bellezza. Molto strano, vero?
“Ieri sono passato accanto alla ragazza perfetta al 100%”, dico a uno.
“Ah sì?” mi risponde lui. “Era molto bella?”
“No, no direi.”
“Allora era proprio il tuo tipo?”
“Non mi ricordo. Ho dimenticato tutto, che forma avessero i suoi occhi, se avesse molto seno o no…”
“Strano.”
“In effetti.”
“Allora cos’hai fatto?” continua lui con aria annoiata. “Le hai parlato, l’hai seguita?”
“Non ho fatto nulla”, rispondo io. “Le sono semplicemente passato accanto.”
Lei camminava da est a ovest, io da ovest a est. In una mattina di aprile veramente piacevole. […]

April

50 x 70 cm

2013


"Vedendo una ragazza perfetta al 100% in una bella mattina di Aprile", da "L’elefante scomparso e altri racconti", Murakami Haruki, Einaudi, 2009

                                                               


                                                                                 



In una bella mattina di aprile, in una via laterale del quartiere di Harajuku, sono passato accanto ad una ragazza perfetta, al 100%.

Non era una gran bellezza. E nemmeno di un’eleganza strepitosa. I capelli dietro la testa le avevano preso una brutta

piega dormendo e doveva essere vicino alla trentina. Eppure già a cinquanta metri di distanza avevo capito che era la

ragazza perfetta per me. Dal momento in cui la vidi il mio battito cardiaco divenne irregolare e l’interno della bocca mi si fece secco come la sabbia del deserto.

Forse anche a voi piace un tipo particolare di ragazza. Quelle che hanno le caviglie sottili, per esempio, o dei grandi occhi, o delle belle mani… non so, magari vi attirano quelle che amano mangiare con calma, lentamente, o qualche altra prerogativa del genere. Ovviamente ho anch’io il mio tipo. Mi è già successo di andare al ristorante e restare affascinato dal naso della ragazza che sedeva alla tavola accanto.

Nessuno però può dire come deve essere quella perfetta al 100%. Prendiamo la ragazza di quel mattino, non ricordo neppure che forma avesse, il suo naso. Anzi, non ricordo neppure se avesse un naso. Tutto quello che ricordo è che non era una gran bellezza. Molto strano, vero?

“Ieri sono passato accanto alla ragazza perfetta al 100%”, dico a uno.

“Ah sì?” mi risponde lui. “Era molto bella?”

“No, no direi.”

“Allora era proprio il tuo tipo?”

“Non mi ricordo. Ho dimenticato tutto, che forma avessero i suoi occhi, se avesse molto seno o no…”

“Strano.”

“In effetti.”

“Allora cos’hai fatto?” continua lui con aria annoiata. “Le hai parlato, l’hai seguita?”

“Non ho fatto nulla”, rispondo io. “Le sono semplicemente passato accanto.”

Lei camminava da est a ovest, io da ovest a est. In una mattina di aprile veramente piacevole. […]

Tracciati_2011

rachelesotgiu:

Tracciati, lambda, 2011

http://rachelesotgiu.tumblr.com/

rachelesotgiu:

Tracciati, lambda, 2011

http://rachelesotgiu.tumblr.com/

Workshop Geografie del segno naturale e artificiale, Casa Falconieri, 2013

more info:

http://rachelesotgiu.tumblr.com/work_5